A spasso in montagna

E’ agosto, mese di ferie, tranquillità e passeggiate di trekking. Anche se può sembrare assurdo, non è raro incontrare turisti in pantaloncini e scarpe da ginnastica sulla neve o sui sentieri di montagna. Specialmente in agosto, quando la stagione turistica è al culmine e le temperature miti in quota possono trarre in inganno i meno esperti, che si inoltrano sui ghiacciai con equipaggiamento inadeguato. Un comportamento potenzialmente pericoloso, purtroppo molto diffuso nei luoghi alpini resi facilmente accessibili dagli impianti di risalita.

Quindi facciamo bene attenzione su come ci preapriamo ad un escursione in montagna, in una società che non guarda in faccia nulla e neussno, la montagna non perdona. COn crepacci (per chi fa escursioni sui ghiacciai), sulle mulattiere o su un semplice sentiero di montagna i rischi non sono rari, anzi tutto l’opposto.

Meteo e abbigliamento: il meteo in montagna cambia rapidamente. Per la confrmazioni delle valli alpine, le corretni di aria cla e fredda si incontrano con la possiblità di formare temporali improvvisi e inaspettati, causando non pochi problemi agli escursionisti sprovveduti. E’ quindi sempre consigliabile portare con se abbligliamento per tutte le condizioni. Senza contare che a 2000 metri la temperatura può variare molto rapidamente contesatualmente alle condizioni meteo. Per non trovarvi a battere i denti dove nessuno può aiutarvi è sempre meglio prevenire.

Scarpe: non pensate di andare a fare una passeggiata, per quanto salutare, in montagna e sopratutto in alta montagna senza scarpe adeguate. Perchè non andare a fare due passi con scarpe da ginnastica? Per due motivi molto semplici il primo di sicurezza personale e la seconda per la sicurezzaq delle scarpe. Nel primo caso le scarpe da trekking hanno normalemente una conformazione per proteggere le caviglie per evitare brutte distorsioni o eventi peggiori, che a 2000 metri di quota, non avete la possibilità di farvi soccorrere facilmente. La seconda motivazione sta nel semplice fatto che un paio di scarpe da ginnastica sicuramente si rovineranno su sentieri dissestati e pieni di pietroni, come spesso si trovano in montagna.

La Fondazione Montagna sicura ha realizzato un video informativo sulla potenziale pericolosità del transito sui ghiacciai. Un video estremamente attuale, perché rappresenta una situazione che si verifica quasi ogni giorno a Punta Helbronner, sul Monte Bianco: i turisti arrivati alla stazione a monte della funivia Skyway “sconfinano” spesso sul Ghiacciaio del Gigante, seguendo le tracce degli alpinisti, e si espongono più o meno consapevolmente a notevoli rischi.

Perciò non fate stupidaggini, in montagna si va consapevoli di tutto, ma prorpio tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...